Nella mira del tiratore azzurro la speranza per il Logudoro di rinverdire i fasti del passato.


di Ignazio Manca

Svanito il sogno Aru nel ciclismo, le attese dei tifosi sardi per Rio 2016 sono tutte riposte sulla prova dell’ozierese Luigi Lodde, che gareggerà venerdì 12 , alle ore 13 italiane, nello skeet, ultima disciplina del tiro a volo nel calendario olimpico. D’altra parte, è sufficiente uno sguardo al suo palmarès di assoluto valore per intuire che non si tratti di speranze mal riposte. Il 37 enne logudorese, laureato in scienze biologiche e appassionato di caccia e pesca, che gioca a basket in promozione, 5° alle olimpiadi di Londra 2012, attualmente campione europeo e vice campione mondiale a squadre, non ha mai tradito le attese dei suoi sostenitori. Ciò lascia ben sperare non solo i suoi compaesani, che hanno cominciato a fare il conto alla rovescia, ma l’intera Isola. E’ inutile nascondere come l’attesa, quando si tratti di atleta sardo, abbia un particolare significato per gli sportivi e non. Pur tenendo i piedi ben piantati per terra ed il naso all’insù fino all’ultimo piattello, sognare copulette ed un brindisi con redagliadu non guasta.Il profumo già si espande da Cantareddu a Punta Idda…

Partners

FantaBike - La casa del #FantaCiclismo