L'attesa è finita. Dopo la squallida e sguaiata passerella degli atleti azzurri, tra poche ore il portabandiera dei quattro mori in pista.


di Ignazio Manca

Inutile nascondere la trepidante attesa: per gli sportivi sardi oggi, a dirlo alla Grazia Deledda, è “ il giorno del giudizio”. Con questo, non si vuole caricare di troppo peso la prova del cavaliere di Villacidro, fresco di rabbia per la recente debacle alla penultima tappa del Tour de France. In un gioco di squadra come la prova di ciclismo su strada, conterà la tattica disegnata dal selezionatore azzurro Davide Cassani, il quale, verosimilmente, ha indicato in Vincenzo Nibali l'uomo su cui puntare per la vittoria. Ciò non toglie, che il nostro Aru, libero dal peso riservato al capitano, non possa levarsi inattese soddisfazioni. Orgoglio e tenacia di certo non gli mancano e lo aiuteranno a cancellare le ultime immagini sotto la pioggia francese. Un'isola intera tiferà per lui e lo sospingerà verso il traguardo. Qualunque sia il risultato non mancherà il suo impegno.

Ajò Fabiè: speraus....

Partners

FantaBike - La casa del #FantaCiclismo