“Tombola rossoblù”….

di Ignazio Manca

Dopo l’amarezza del campionato 2014-2015, costato la retrocessione alla squadra del neopresidente Giulini, ben altro entusiasmo si respira oggi tra i numerosissimi tifosi rossoblù.

La vittoria del campionato di Serie B ha ripagato gli sforzi della società che, peraltro, non si è adagiata sui numeri della passata stagione, puntando su un deciso potenziamento della squadra.

La prima mossa è stata quella di confermare pressochè in blocco i protagonisti della stagione appena conclusa con il ritorno in A. Ma la vera sorpresa è stata una campagna acquisti senza lesinare sulla spesa, puntando su giocatori di provata esperienza, duttilità e saggezza tattica, con piena condivisione del progetto rossoblù.

Era dai tempi di Carmine Longo, d.s. ai tempi dei tre uruguagi, che tra i tifosi del Cagliari non si respirava tanta fiducia per l’operato della società. Il merito va all’attuale d.s. Capozucca, cha ha dimostrato di non aver remora alcuna nel portare avanti estenuanti trattative con i colleghi di prima fascia, come Marotta, che dispongono di ben altro badget. Dopo gli acquisti di Alves, Padoin, Ionita, Pajac e Borriello, l’attesa fumata bianca per il cileno Mauricio Isla è stata la consacrazione del suo operato. Finalmente si colma la lacuna del laterale destro in una difesa, già forte dell’ “alta” guida del neocampione d’Europa Bruno Alves.

Onore indistintamente ai nuovi arrivati, ad avvantaggiarsi del loro apporto sarà la vecchia guardia, quasi per intero riconfermata. Ci sarà un’occasione per tutti.

In molti scommettono sull’esplosione di Joao Pedro, sui gol di Sau e Farias.

Il divertimento è assicurato per la gioia dell’Isola rossoblù e degli irriducibili fratelli ‘’NRB’’ sparsi nella penisola.

Non resta che attendere il fischio di inizio. Un solo rammarico: la lunga attesa per la ristrutturazione del S. Elia: per colpa dei fenicotteri…

Scetti Casteddu e a si biri! 

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Partners

FantaBike - La casa del #FantaCiclismo