Si arriva a Berna, in una semiclassica che preannuncia spettacolo!


Prima del gran finale, ecco una frazione che potrebbe piacere particolarmente ai velocisti ‘’atipici’’ da media-montagna. Nella sedicesima tappa, i 209 chilometri potrebbero anche favorire un’altra fuga.

IL PERCORSO
 

Come detto, saranno ben 209 i chilometri di quella che somiglia tanto ad una classica, con la prima parte di corsa che verrà percorsa sui 500 metri d’altitudine nel dipartimento della ‘’Jura’’ , per poi salire gradualmente ad 840 metri una volta scollinati nel Doubs ed ormai a metà percorso. Al chilometro 104.5 ecco lo sconfinamento in Svizzera, precisamente nel cantone De-Neuchatel. Si percorreranno ancora una trentina di chilometri prima di scendere nuovamente verso i 430 metri d’altitudine, ed una volta entrati nel cantone di Berna e Friburgo affrontare lo sprint intermedio (km 161.5). Al km 183 ecco il primo ed unico GPM di giornata: 1200 metri al 4.8% verso Cote de Muhleberg, che terminerà a circa 20 chilometri dalla conclusione.
Conclusione che arriverà dopo 5 chilometri piuttosto tribolati, con strappettini che potrebbero far male ai velocisti puri, soprattutto i due a 2500 e 1900 metri dal traguardo, 250 metri al 7% e 600 al 6.5%, che potrebbero favorire le ‘’sparate’’ di un attaccante. L’ultimo chilometro sarà totalmente pianeggiante e porterà verso il traguardo di Berna.

I FAVORITI

Pur considerando la possibilità che possa crearsi una fuga, i favoriti numero 1 dovrebbero essere quei corridori completi capaci di ‘’assorbire’’ gli strappetti ed avere una buona velocità di punta per giocarsi la vittoria nel traguardo finale, che richiede comunque un buon sprint.

Il corridore più completo al mondo è Peter Sagan (Tinkoff), e dopo aver vinto 2 tappe in questo Tour potrebbe arrivare anche la terza. Son molteplici le situazioni che potrebbero vederlo coinvolto, ma lui potrebbe essere favorito in tutte, anche in caso di fuga!

A sfidarlo, chiaramente, saranno ancora in tanti, a partire da quel Michael Matthews (Orica-BikeExchange), che grazie all’ottimo gioco di squadra lo sconfisse nella tappa di Revel. Anche per ‘’Bling’’, non manca la completezza quando si parla di superare degli strappetti prima di una volata, nella quale è tutt’altro che fermo.

C’è curiosità intorno alla posizione di Alexander Kristoff (Katusha), il quale ha mostrato un’ottima gamba nelle ultime volate ‘’flat’’, e potrebbe adattarsi anche a questo tipo di arrivo, pur non sembrando ancora al top della forma. Il norvegese difficilmente si muoverà in un’azione da lontano, quindi dovrà sperare in uno sprint a ranghi ristretti dal gruppo.

Considerando che un finale così abbastanza sarà difficile per corridori come Mark Cavendish (Dimension Data), Marcel Kittel (Etixx-QuickStep), Andrè Greipel (Lotto-Soudal), potrebbero approfittarne i compagni, quali Edvald Boasson Hagen (Dimension Data), Petr Vakoc (Etixx-QuickStep) e Tony Gallopin (Lotto-Soudal), che chiaramente avrebbero più possibilità entrando in un’azione da lontano.

Dei velocisti, occhio chiaramente a Bryan Coquard (Direct Energie), che adora i finali frastagliati ed avrà forse la miglior occasione in questo Tour per trovare il successo, che comincia a diventare un tabù per il giovane francese. Qualora si arrivasse ad uno sprint ridotto, potrebbe finire tranquillamente in top 3.

Altro corridore molto versatile e sulla carta adatto a questa tappa è Greg Van Avermaet (BMC), il quale ha già conquistato una vittoria ma non si è certo fermato. Non ci son dubbi sul fatto che possa essere in testa negli ultimi 1000 metri, anche se il suo sprint non è sempre eccezionale.

Come si comporterà Fabian Cancellara (Trek-Segafredo)? Sulla carta, il percorso che arriva nella sua città natale sembra disegnato apposta per ‘’Spartacus’’, ma la sua condizione sembra tutt’altro che ottimale e sarà difficile per lui superare l’agguerrita concorrenza. Tuttavia, ha disputato delle buonissime classiche di primavera e non sarebbe scandaloso se avesse una buona giornata.

Riepilogo

  • Favoriti 1. fascia: Peter Sagan, Alexander Kristoff, Michael Matthews.
  • Favoriti 2. fascia: Bryan Coquard, Greg Van Avermaet, Edvald Boasson Hagen.
  • Favoriti 3. fascia: Marcel Kittel, Mark Cavendish, Andrè Greipel, Tony Gallopin, Petr Vakoc, Fabian Cancellara.

    Un ringraziamento speciale ad @Emilprod, per i video-presentazione di tappa.
    Per ulteriori informazioni o curiosità, ci trovate su Twitter all’indirizzo: 
    @FantaBarSport

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Partners

FantaBike - La casa del #FantaCiclismo